Nella gestione della gravidanza rientrano degli esami del sangue che vengono effettuati per capire se la madre ha malattie infettive che possono essere trasmesse al feto.

Con il termine “complesso t.o.r.c.h.” (acronimo inglese di toxoplasmosi, others, rosolia, citomegalovirus, herpes) si intende una batteria di analisi che riguarda nello specifico:

TOXOPLASMOSI

E’ una malattia dovuta a un parassita. Se colpisce la donna all’inizio o durante la gravidanza può portare a malformazioni del feto, soprattutto di tipo cerebrale. Se la donna ha già gli anticorpi al momento della gravidanza, quindi è immune, il feto non corre alcun rischio e l’esame durante la gestazione non viene più ripetuto. Al contrario, se la donna non è immune, non ha anticorpi, bisogna monitorare con periodici controlli durante la gravidanza.

E’ una patologia che non prevede vaccinazione.

 

ROSOLIA

E’ una malattia virale che colpisce soprattutto i bambini, e per la quale è prevista vaccinazione. Se contratta durante la gravidanza, può portare a complicanze varie, che vanno dall’aborto spontaneo a malformazioni di vario tipo

(cataratta, anomalie cerebrali e cardiache), la cui gravità è maggiore quanto più precoce è il periodo di gravidanza .

CITOMEGALOVIRUS

E’ un virus molto diffuso, di solito non particolarmente patogeno. Più della metà delle donne in età adulta risulta immune. Non esiste vaccinazione. In rari casi può portare a malformazioni del feto.

HERPES GENITALE

E’ un virus che causa lesioni (vescicole/ulcere) a livello genitale. Se in forma silente, senza lesioni, non rappresenta un problema. Se al momento del parto sono presenti vescicole e o ulcere genitali, che contengono il virus, allora bisogna procedere con un parto cesareo, onde evitare la trasmissione virale al bambino. Nel neonato l’herpes genitale può causare vari problemi, da banali mucositi

(infiammazioni della bocca o degli occhi) a infezioni del sistema nervoso centrale con crisi convulsive.

 

OTHERS (ALTRE MALATTIE TRASMISSIBILI DA MADRE A FETO)

Si intendono classicamente Hiv, epatite C, epatite B.

Trattasi di malattie che si trasmettono come l’Herpes Genitale soprattutto durante il parto, quando il feto passa attraverso il canale del parto. Per l’epatite B e’ previsto il vaccino (obbligatorio per i nati a partire dal 1988). Per l’epatite C non esiste vaccino, cosi come per l’hiv. In quest’ultimo caso, qualora la donna sia positiva, prima del parto è prevista una profilassi farmacologica con un farmaco antivirale che impedisce la trasmissione materno-fetale.

La valutazione del complesso T.O.R.C.H. è prevista come esame pre-concezionale, con apposita esenzione, quindi gratuitamente, proprio per l’importanza che riveste la prevenzione di tali patologie e la salvaguardia della gravidanza e del feto.

Condividi

lascia un commento

Fantamily